36 anni, Castelferretti, Falconarese, Marina, Leopardi e Cameratese nel suo passato, sorriso e grinta da vendere. Ecco chi è Matteo Amadio, che da quest'anno veste la maglia del Real Casebruciate. Lo abbiamo incontrato lunedì, mentre "in borghese" assisteva all' allenamento dei suoi compagni in attesa di Doctor Frato. Ecco cosa ci ha raccontato...

Cena al Circolo L3M ieri sera, per stare insieme, per festeggiare i playoff e perché ci piace. Occasione ghiotta per il giornalista per pizzicare qualcuno proprio quando meno se lo aspetta. Il prescelto è stato Lorenzo Ripanti, guai a chiamarlo gregario.

Allora Ripa, è la tua prima stagione al Real ma sono già un paio d'anni che ci giravi intorno. Dicci subito quello che hai trovato qui, rispetto a quelle che erano le tue aspettative.

Ho trovato una squadra unita e una dirigenza molto vicina alla squadra. Quando ero al Monte e osservavo gli allenamenti del Real vedevo che c'era rispetto fra compagni e l'ambiente mi sembrava sereno ma serio e ambizioso e tutto ciò è stato stimolante. Ho chiamato Radicioni perché mi aveva allenato con gli Juniores e gli ho chiesto se potevo venire, poi il matrimonio è stato ritardato di un anno.

Alla decima in maglia Real, chi meglio di Giorgio Dolci per fotografare il momento della stagione e fare quattro chiacchiere su passato, presente e futuro. Ci siamo incontrati un pomeriggio qualunque, ecco cosa ne è venuto fuori.

Allora Gio, sabato abbiamo perso con il Sant'Angelo proprio per una tua autorete. Racconta cos'è successo.

Una punizione dalla trequarti di sinistra con palla calciata in mezzo, io ero al limite dell'area con l'intenzione di rinviarla, ma invece di prenderla di fronte l'ho colpita sopra la testa e ho fatto un mezzo pallonetto a Rudi. Lui era un po' fuori dai pali ed è stato scavalcato.

La protagonista assoluta del girone d'andata è senza dubbio il Fanano di mister Vagnini. Otto vittorie e quattro pareggi in campionato e vittoria nella Coppa Marche Pesaro ottenuta meno di una settimana fa, i numeri parlano chiaro. Per onorare questa avversaria, abbiamo contattato il segretario e vice-presidente Roberto Guidi, il quale si è dimostrato subito disponibile a rispondere alle nostre domande e ci ha presentato a modo suo la realtà Fanano. Gustatevi questa intervista esclusiva.